Meizu M15, 15 Lite e 15 Plus.

Dopo mesi di attesa e rumors, finalmente è stata presentata ufficialmente la nuova gamma Meizu. Questa comprende anche Meizu M15 (precedentemente trapelato come Meizu 15 Lite), ovvero il minore del trittico oggi mostrato al pubblico, comprensivo di 15 e 15 Plus.

Meizu ha accompagnato la presentazione dei nuovi smartphone con l’introduzione di alcuni accessori, ovvero i due auricolari POP e Halo.

Le prime sono cuffie Bluetooth pensate per un utilizzo sportivo: realizzate in colorazione bianca, offrono una batteria integrata da 85 mAh (3 ore circa di riproduzione), pesano appena 5,8 grammi, dispongono di controlli touch, permettono di rispondere alle chiamate e sono certificate IPX5. In vendita dal 29 aprile ad un prezzo di 599 Yuan, circa 78 euro.

Gli auricolari Halo sono sempre di tipo Bluetooth con innesto in-ear, ma il cavo è illuminato con un diodo laser che cambia colore a seconda del ritmo della musica, dispone di tre pulsanti fisici per la scelta dei brani e volume, e tramite la batteria integrata da 360 mAh permette una riproduzione fino a 5 ore con LED acceso, e fino a 15 ore con luci spente. Prezzo 999 Yuan (circa 130 euro), dal 29 aprile.

 

La gamma Meizu 15 verrà presentata il prossimo 22 aprile e, a distanza di soli due giorni, è stata pubblicata una immagine su Weibo che elenca tutte le specifiche tecniche complete dei tre device.Ideati per celebrare i 15 anni di attività di Meizu, i tre dispositivi hanno caratteristiche tecniche che coprono un po’ tutti i settori medio-alti del mercato degli smartphone. Basta leggere le tre schede tecniche Meizu 15, Meizu 15 Lite e Meizu 15 Plus per accorgersi della tattica messa in atto dal produttore cinese: pur adottando un design piuttosto standard (schermo con rapporto 16:9, anche se con cornici molto sottili), Meizu strizza l’occhio tanto a chi è alla ricerca di un dispositivo dall’ottimo rapporto qualità/prezzo (con la versione Lite) o a chi è alla ricerca di un dispositivo dalle prestazioni elevate (il modello Plus).

Meizu M15 Lite, caratteristiche e prezzo

Meizu M15 Lite è il modello più economico dei tre. Si tratta di uno smartphone dual SIM con display da 5,46 pollici. All’interno della scocca in metallo trovano spazio un processore Octa-Core Snapdragon 626 da 2,2 GHz, supportato da 4GB di RAM e 64GB di memoria interna espandibile. Meizu M15 Lite ha una batteria da 3.050mAh dotata di ricarica rapida mCharge. Per quanto riguarda il comparto fotografico abbiamo una fotocamera posteriore con sensore da 12 megapixel con flash a LED ad anello e apertura  f/1.9. Particolare attenzione invece per i selfie vista la fotocamera anteriore da 20 megapixel. Il Meizu M15 Lite verrà lanciato sul mercato in tre diverse colorazioni, bianco, oro e rosso, e costerà 220 euro circa.

Meizu M15, caratteristiche e prezzo

Meizu M15 è uno smartphone leggermente più piccolo rispetto al Lite con il suo schermo da 5,16 pollici. A bordo del meizu 15device però troviamo più potenza grazie al processore Octa Core Snapdragon 660. A supportare il tutto anche 6GB di RAM e 128GB di memoria interna. Una buona autonomia è garantita dalla batteria da 3.000mAh con ricarica rapida mCharge. Sulla parte posteriore del dispositivo troviamo una doppia fotocamera con un

sensore Sony da 12 megapixel dotato di Flash LED, Laser Autofocus e apertura focale 1.8 e l’altro sensore da 20 megapixel, sempre Sony, con apertura focale 2.0. Stessa fotocamera dell’M15 Lite invece sulla parte frontale del dispositivo: sopra lo schermo trova spazio, quindi, un sensore da 20 megapixel ideale per selfie e filtri in realtà aumentata.  Meizu M15 verrà lanciato sul mercato in tre diverse colorazioni, bianco, nero e oro, e in due modelli differenti per prezzo. La versione da 64GB di storage costerà 259 euro mentre quella da 128GB costerà 329 euro.

 

Meizu M15 Plus, caratteristiche e prezzo

 

 

Meizu M15 Plus, come si evince anche dal nome, è il modello con caratteristiche più importanti dei tre nuovi smartphone dell’azienda cinese. A bordo troviamo chipset Exynox 8895, Octa-Core da 2,5 GHz (il processore gemello dello Snapdragon 835). A supporto 6GB di RAM e due opzioni di storage, o 64GB o 128GB, come su M15. Lo schermo è decisamente più generoso rispetto agli altri device della serie: parliamo di un display AMOLED da 5,95 pollici. Migliorata anche l’autonomia grazie a una batteria da 3.500mAh dotata sempre di ricarica rapida mCharge. Il comparto fotografico è invece lo stesso dell’M15. Quindi due sensori sul retro, uno da 12 e l’altro da 20 megapixel, e una fotocamera singola da 20 megapixel sulla parte anteriore. Sono quattro invece le colorazioni disponibili per Meizu 15 Plus: oro, nero, bianco e blu. Due le opzioni d’acquisto, 389 euro per la versione da 64GB e 429 per quella da 128GB. 

 

(0)

Si torna a parlare di Meizu Pro 7, uno smartphone Android di cui si sta discutendo con una certa costanza nelle ultime settimane, anche in virtù di una dotazione di serie caratterizzata dall’inusuale presenza di uno schermo secondario posizionato sulla back cover.

Le notizie più recenti sul terminale riguardano la conferma della data di presentazione, fissata per il 26 luglio prossimo. L’informazione è contenuta in un invito stampa recentemente diffuso in rete e conferma le indiscrezioni diffuse a fine giugno che avevano fatto riferimento alla stessa data.

Trapelate in rete anche alcune foto del presunto press kit che mostrano un modellino del terminale (per completezza di informazione, si segnala che la fonte ha successivamente rimosso le immagini).

Ad avvalorare ulteriormente l’ipotesi dell’imminente presentazione è poi interventuo Ard Boudeling, Responsabile Global Marketing di Meizu.

Tra poco più di una settimana sarà quindi possibile scoprire tutti i dettagli ufficiali sullo smartphone, compresi quelli che sono tuttora controversi, come il fornitore del SoC (non dovrebbe essere un Mediatek, come prospettato inizialmente, ma un Exynos o uno Snapdragon). Precedenti indiscrezioni suggerito l’arrivo di una duplice variante del terminale – una “normale” e una Plus – differenziate in base alla dimensione dello schermo.

(0)

Tra tutte le novità che Flyme 6 ha portato sul sistema operativo dei device Meizu ci sono le nuove modalità d’uso, che renderanno la user experience degli smartphone Meizu ancora più interessante.

La prima è la modalità bambino.
Con questa modalità è possibile affidare il nostro dispositivo ai bambini senza nessun timore che possano accedere ai nostri file riservati o alle applicazioni. È possibile impostare un limite di utilizzo e attivare un blocco che entra in funzione al raggiungimento di una determinata percentuale della batteria.

Altra importante modalità è quella privacy. Con quest’ultima è possibile avere sul proprio device uno spazio “privato” per contatti, foto, video, musica, applicazioni, documenti.
Tutti i contenuti caricati in “modalità privacy” non sono accessibili dalle altre modalità del device e restano quindi privati.

E per ultima la modalità ospite.
Questa nuova modalità è utilissima per mostrare e far provare il nostro dispositivo ad amici e parenti, senza aver paura che possano accedere ai nostri contenuti privati. Funziona come se il device fosse in modalità demo: ci sono soltanto le applicazioni della Flyme, non è presente il Play Store ed è anche possibile bloccare la SIM, inibendo l’utilizzo delle applicazioni telefono e messaggi.

Con Flyme 6, inoltre, sono state semplificate le impostazioni energetiche grazie all’introduzione di due nuove modalità.
La prima è la modalità bassa energia. Grazie a One Mind questa modalità limiterà le funzionalità del dispositivo in modo intelligente e personalizzato. In questo modo si potrà usare il dispositivo anche con una percentuale di batteria critica.

Per le situazioni di emergenza, invece, possiamo utilizzare la modalità super risparmio. Questa modalità imposterà l’interfaccia del dispositivo in bianco e nero e disabiliterà GPS, Bluetooth e tutte le funzionalità che incidono in maniera particolare sulla percentuale della batteria.

Non perderti i prossimi Flyme Tips per rimanere aggiornato di tutte le funzionalità introdotte dall’aggiornamento del sistema operativo!

(0)
preloader